come guadagnare con le scommesse sportive

Matched Betting: come guadagnare con NinjaBet

Matched Betting: come guadagnare con NinjaBet

Scommesse? Tasto dolente per molti, ma fonte di ricchezza per altri. Basta saperci mettere la testa nel modo giusto, senza strafare e senza affidarsi al primo che passa. NinjaBet non è sicuramente uno di questi ultimi, ma anzi, è il sito per eccellenza del matched betting in Italia.

Mai sentita questa parola? Il matched betting è un tipo di scommessa che ti da la possibilità di puntare su ogni esito di una competizione, in questo modo non avrai modo di perdere. In pratica, hai sempre la garanzia di guadagnare, ed in modo sempre legale. È mondo che può risultare abbastanza complesso, soprattutto nello studio delle regole e delle modalità di funzionamento delle varie promozioni, per questo, entra in gioco NinjaBet, un servizio che ti aiuterà passo a passo in questo mondo.

Che cos’è NinjaBet?

 

NinjaBet è una piattaforma italiana che dal 2015 opera in questo settore. Non ha mai smesso di crescere ed aggiornarsi, per stare al passo coi tempi, ma soprattutto seguita da persone con esperienza nel campo del business e delle start up. Non opera solamente in Italia, ma anche nel Regno Unito e in Spagna e garantisce un servizio professionale per garantire un guadagno certo e sicuro. Questo sito è in grado di raccogliere tutte le scommesse che offrono bonus sulle puntate, in modo da ottenere un ricavo consistente e a basso rischio. NinjaBet sfrutta ogni tipologia di bonus, creando all’interno del suo sistema un database, per avere sotto controllo ogni offerta presente sul mercato.

Ma come si guadagna con questo sistema? 

Per iniziare occorrono dai 40 ai 50€, per effettuare le prime scommesse e guadagnare tramite i bonus. Questa somma si può versare tramite PayPal o una carta prepagata. A questo punto potrai usufruire anche dello strumento per giocare le puntate Normali o a banca. La differenza sta nel fatto che nel primo caso si punta su ciò che viene quotato per la maggiore, mentre nel secondo si punta contro quel che è puntato maggiormente. Per capire quanto investire, basta aprire il calcolatore NinjaBet, che, inserendo i bonus attivi e bilanciando le puntate, fa in modo che il guadagno sia sicuro e vantaggioso. Si tratta di matematica applicata, che occupa poche ore al giorno, in funzione del risultato che si vuole ottenere. È un processo automatizzato, quindi le difficoltà si azzerano, così come i rischi in cui incorrere. Creare una rendita sicura è una questione di bilanciamento delle scommesse: si punta sulla vittoria di una squadra e si incassa il bonus e si piazza una scommessa sulla non vittoria della medesima su un altro sito e si incassa un nuovo bonus. Si annulla il rischio e si sbloccano i bonus, il tutto senza dover mettersi a fare calcoli assurdi o perdendo tempo, perché farà tutto NinjaBet. La piattaforma offre tre servizi:

  •  l’Oddsmatcher, che compara le quote dei siti e suggerisce le scommesse più convenienti, 
  • il Calcolatore, che mostra quanto puntare ed il conseguente profitto, 
  • il Profit Tracker che mappa la traccia dei guadagni provenienti dai bonus. 

 Guadagnare non è mai stato così semplice.   

guadagnare con le affiliazioni

Affiliazioni

Guadagnare con le Affiliazioni

E’ possibile vendere servizi, prodotti fisici,  infoprodotti, senza possedere nessun negozio e senza dover acquistare anticipatamente i prodotti? Non è uno scherzo, è tutto vero…e tutto ciò è possibile da realizzare grazie all’affiliate marketing.

L’Affiliate Marketing è quel processo che ti consente di guadagnare una commissione in denaro o in buono, pubblicizzando i prodotti di aziende o di altre persone. Così non hai un tuo prodotto, non hai un tuo negozio ma promuovi semplicemente  i prodotti altrui.

guadagnare con le affiliazioni

Cosa sono le affiliazioni

I guadagni attraverso il cosiddetto Affiliate Marketing sono un modo per ottenere delle entrate attraverso il web. In rete è una delle maggiori fonti di guadagno sia se si possiede un sito web o meno, l’importante è conoscerne il funzionamento e le regole. Dopo la pubblicazione del libro “The 4-Hours Workweek” guadagnare con le affiliazioni ha raggiunto una grandissima popolarità.

Le affiliazioni non sono altro che la promozione di alcuni prodotti o servizi che si trovano in vendita su determinati siti web. Per ogni vendita legata alla sponsorizzazione l’azienda che lo vende provvede a pagare una determinata quota all’affiliato, una sorta di provvigione.

I soggetti delle affiliazioni sono:                

  • L’Affiliato è colui che sponsorizza/ pubblicizza il prodotto
  • Il VenditoreCommerciante , colui che mette a disposizione il prodotto.
  • Il Cliente, colui che acquista il prodotto o servizio

Come guadagnare con le affiliazioni

Per poter guadagnare con le affiliazioni non è è indispensabile possedere un sito o un blog ma bisogna comunque possedere delle conoscenze di web marketing, google ads, fb ads e un’ottima capacità di persuasione.

Come iniziare?

Scegli un network o programma di affiliazione, ti iscrivi e richiedi l’affiliazione. Ogni sito web autorevole ha un proprio programma di affiliazione. Di solito scorrendo nel sito, in basso troverai la dicitura
·  Diventa affiliato·  Affiliate program·  Guadagna con noi·  Lavora con noi·  Programma di affiliazione·  Partner program

Clicca nel link corrispondente e compila il modulo per affiliarti al sito che hai scelto; se la richiesta di affiliate marketing verrà accettata, potrai iniziare a pubblicizzare i prodotti sul tuo blog, sito, google ads, fb ads, instagram, you tube.

Avrai a disposizione dei banner pubblicitari e link con un codice personale e , quando un utente cliccherà su quel link/banner, il sito memorizzerà quell’utente collegato a quel codice e  quando egli acquisterà il servizio o il prodotto, tu riceverai una commissione in denaro.

E’ molto semplice anche se può sembrare difficile: 

  • Esempio n 1 : sei un appassionato di calcio e scommesse, crei un blog riguardante argomenti sportivi e richiedi le affiliazioni alle maggiori aziende di scommesse italiane ed estere; per ogni iscritto che effettua delle scommesse riceverai una % di guadagno sulle giocate o sulle perdite per ogni partita…Snai,William Hill , Eurobet ecc
  • Esempio  n. 2:  Sei un appassionato di psicologia o medicina olistica, puoi affiliarti ai maggiori siti riguardanti argomenti olistici come il Giardino dei libri o Macrolibrarsi.

I programmi di affiliazione sono tantissimi, dall’abbigliamento, ai libri, ai corsi, alla cucina, ai videogiochi, ai download digitali.

Devo investire soldi?

La maggior parte dei programmi di affiliazione sono gratis.

Guadagnare con le Affiliazioni Amazon

Una delle più grandi reti di affiliazione esistenti oggi sul mercato è Amazon, l’e-commerce più di successo in occidente. La varietà di prodotti disponibili, le offerte e la velocità nel tempo di consegna hanno reso Amazon un gigante nel settore.

Come funziona il programma di affiliazione di Amazon? Basta avere un canale per raggiungere i propri followers, può essere un blog, un social network come Instagram o Youtube. Dopo aver aderito ed essere stati accettati al programma di affiliazione Amazon basta inserire il link di riferimento all’oggetto che si vuole sponsorizzare nei contenuti pubblicati. A questo punto quando qualcuno tra i followers clicca su quel link e acquista quel prodotto Amazon riconosce una percentuale di guadagno.

Ovviamente non c’è solo Amazon, la lista potrebbe essere lunga, ma i più famosi sono:

  • Ali Express
  • Servizi di Hosting come GoDaddy – SiteGround – Hostgator
  • Siti di Viaggi come Booking – AirBnB – Tripadvisor – Volagratis
  • Groupon
  • Il giardino de libri      
  • Macrolibrarsi
  • Ebay
  • Trova prezzi
  • Siti di scommesse online ( Snai, William Hill…)
  • Siti di incontri e per adulti
  • Siti di benessere e salute    

Network di Affiliazioni

  • Wordfilia      
  • Clickbank
  • Awin
  • Admitad
  • Tradetraker
  • Max Bounty

Questi ultimi offrono una vasta gamma di prodotti e servizi di aziende diverse. Es iscrivendoti a Wordfilia o Clickbank potrai pubblicizzare oggetti per la casa, abbigliamento, integratori, prodotti digitali…

Se vuoi capire come sia possibile impostare un business di affiliazione profittevole e creare la tua attività partendo da zero, ti consiglio di visitare il sito di Matteo Pittaluga. Clicca qui per scoprire di piu’ sul marketing online e sull’affiliatein white.

Quanto si guadagna con le affiliazioni?

Rispondere a questa domanda è abbastanza difficile. I guadagni di un affiliato possono essere molto bassi, medi o alti. I motivi sono da ricercarsi nei livelli diversi di conoscenza dell’Affiliate Marketing. I guadagni non arrivano dalla sera alla mattina senza far nulla!

Gli affiliati possono dividersi in Apprendista – Junior – Senior – Expert e Top, i guadagni di un apprendista sono insistenti in quanto è ancora nella fase di studio. Già dal livello superiore i guadagni iniziano ad essere interessanti, si stima fino ad un massimo di 300 euro al giorno per un junior. Un top affiliato, invece, non guadagna meno di 10 000 euro al giorno.

Il successo nell’ultimo decennio delle affiliazioni è dovuto anche ad un incremento della percentuale annuale di guadagno per gli affiliati, intorno al 10%. Anche per questo un numero sempre più alto di blog popolari ne hanno fatto una vera e propria fonte di guadagno stabile.

Guadagnare con le affiliazioni fa gola a tantissimi, bisogna però ricordare che prima di vedere risultati entusiasmanti è necessaria tanta dedizione e lavoro. Infatti, come tutti i lavori professionali, dietro c’è un enorme lavoro di cui spesso non si è a conoscenza!

guadagnare online

Su NoiDonneDigitali ti darò delle indicazioni su come ottenere la libertà finanziaria lavorando online, metodi di guadagno testati e opportunità lavorative. 

Contattami 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

Eventuali esempi di guadagni e profitti ottenuti sono solo stime di ciò che si potrebbe guadagnare ma non costituiscono in alcun modo alcuna nessuna proiezione di guadagni, promesse, suggerimenti, rappresentazioni. Noidonneweb non dà alcuna garanzia sul livello di risultati e non ha alcuna responsabilità per qualsiasi azione conseguente al vostro utilizzo delle informazioni qui fornite.

2020 Copyright ©  DonneWeb. VIETATA LA RIPRODUZIONE

vendere tesi

Guadagna Vendendo la tua Tesi di Laurea

Sai che la tua tesi può farti guadagnare soldi, prestigio e ti permettere di arricchire il tuo curriculum vitae?

Hai scritto la tua tesi con molto impegno e dedizione, hai acquistato libri, tradotto pubblicazioni e articoli, hai fatto ricerche e interviste, hai passato giornate intere al computer a scrivere e adesso la tua tesi si trova nel dimenticatoio?

Esponendo e Vendendo la tua Tesi ottieni più occasioni per farti conoscere .

Ma come faccio a vendere la tesi ? Quali sono i siti affidabili? Quanto pagano?

vendere tesi

Vi sono molti siti online che ti permettono di poter pubblicare la tesi e rivenderla guadagnando soldi. Vediamoli uno per uno:

  • LIBRERIA UNIVERSITARIA ti da molta visibilità professionale in quanto hai anche la possibilità di essere contattato da aziende, start up, università e da chiunque consulti la tua tesi. Inoltre su libreria universitaria vi è la protezione dei file della tesi grazie ai DRM ( Digital Rights Management) un software di Adobe che controlla la diffusione di copie illegali.Guadagni il 50% già dalla prima consultazione integrale e il pagamento avviene in modo immediato tramite buono o trimestrale se il pagamento avviene in denaro

  • DOC4SALE  fa parte di docsity , il sito più visitato dagli studenti  per vendere tesine, riassunti , appunti online. Puoi vendere non solo la tua tesi di laurea ma anche gli appunti e riassunti. Scegli tu il prezzo di vendita e sei pagato immediatamente dopo ogni consultazione e download.

  • BROCARDI.IT Se sei laureato o laureando in giurisprudenza, puoi vendere la tua tesi su questo fantastico sito. La tesi è venduta al prezzo di 30 euro e tu guadagni 6 euro per ogni biografia consultata o 18 euro per la consultazione dell’ intera tesi.

  • TESIONLINE è il sito più conosciuto in Italia per vendere le proprie tesi.

Nato circa 15 anni fa, si dedica esclusivamente di tesi, riassunti e appunti Universitari.

Con circa 800 mila visite mensili, tesionline ti da la possibilità di farti conoscere professionalmente in quanto il sito è visitato non solo da studenti ma anche da datori di lavoro che ricercano personale da assumere nelle loro aziende.

Inoltre tesionline è considerato uno dei migliori siti per vendere la tua tesi perché vi è la presenza del software antiplagio chiamato compilatio.net ( usato da tutte le università italiane) che ti garantisce i diritti d’autore.

Quanto si guadagna?

Tesionline a partire dalla seconda consultazione integrale della tesi, corrisponde il 50% per ogni download successivo generato nell’anno solare. Il pagamento avviene nel periodo compreso tra il 31 dicembre e il 31 marzo dell’anno successivo ( quindi il pagamento avviene una volta all’ anno con bonifico o paypal).

Devo chiedere il permesso al mio relatore?

No, non devi chiedere il permesso in quanto la tesi di laurea è frutto dell’ingegno del laureando anche se si avvale del consiglio del relatore. 

La pubblicazione è gratuita?

Si, la pubblicazione è gratuita; per iscriversi bisogna inserire i propri dati anagrafici, il titolo della tesi, la facoltà, l’anno di discussione e accettare le clausole del contratto di pubblicazione.
Oltre alla tesi di laurea, su tesi online puoi fare soldi  vendendo i tuoi appunti e riassunti (devono essere privi di copyright e non essere copiati).

Dopo aver pubblicato la tua tesi sui siti prescelti, inizia a pubblicizzarla sui social network o sul tuo blog condividendo il link con il codice personale  che ti è stato assegnato ( copia il codice della barra degli indirizzi ).

Dai Valore al tuo percorso universitario , Inizia a vendere !

diventare copywriter

Come diventare un Copywriter

Come diventare un Copywriter / GhostWriter

diventare copywriter

Chi è il Copywriter?

Il copywriter è la persona che si occupa di scrivere testi, articoli, newsletter, contenuti per email marketing, annunci pubblicitari sia online (web copywriter)  che offline (testi cartacei). 

Come si diventa Copywriter

C’è una formazione ideale da seguire? Ovviamente esistono corsi professionali volti all’insegnamento delle tecniche di scrittura, che pongono l’accento sulla conoscenza della grammatica e della sintassi. Ma c’è da dire che la vera abilità dello scrittore  sta nel riuscire ad immedesimarsi nella persona per cui sta scrivendo. Si tratta di avere una mentalità duttile, di fare le domande più adatte per conoscere colui per chi si sta lavorando. Scrivere per altri non è così semplice, anzi è un’abilità molto difficile da sviluppare; la parola d’ordine deve essere Adattabilità. Non serve una laurea dedicata per essere un copywriter, conta più il background di vita vissuta che hai collezionato nel tempo. Ora che puoi presentare un tuo portfolio, puoi rivolgerti alle case editrici o lavorare in proprio aprendoti una partita IVA.

Per intraprendere questa carriera è necessario che tu prima ponga le basi per farti conoscere al pubblico. I modi possono essere diversi, come

  • Iscriverti a siti di freelancer come Fiverr, Melascrivi, Upwork, Guru, Freelancer, Addlance,
  • Iscriverti sui gruppi facebook di copywriter e ghostwriter
  • Aprire un tuo blog con correlati i vari social network per generare visualizzazioni provenienti da più fonti.

A questo punto, i clienti inizieranno a venire a cercarti. Potrai essere contattato da blogger in cerca di qualcuno che rediga la sua biografia, o da una casa editrice in cerca di uno scrittore ombra che possa scrivere in modo da aumentare la qualità dei testi. Ultima possibilità: potresti lavorare direttamente con il cliente senza passare per intermediari.

Le opzioni che puoi scegliere per lavorare in questo mondo sono essenzialmente tre: Scrittore Freelance per lavori brevi, per libri o, infine, promuovendoti come autore scrivendo qualcosa di tuo e promuovendoti come tale. Non esiste uno schema preciso da seguire come percorso, solo tanta volontà e pazienza, perché, come in ogni tipo di lavoro, i risultati si vedono nel tempo. 

Chi è il Ghostwriter

Chi è questa figura misteriosa, quasi mitologica direi, di cui spesso si sente parlare nel mondo della scrittura? In Italia lo conosciamo come Scrittore fantasma ed è colui a cui viene assegnato l’incarico di scrivere un testo, o magari un intero libro, basandosi sull’idea di un’altra persona e rinunciando ai diritti commerciali e intellettuali che ricadono su di esso.

Differenza tra Ghostwriter e Copywriter

Le differenze tra le due attività sono molto sottili, entrambi si occupano di scrivere contenuti per siti internet, blog, email marketing, ebook, testi pubblicitari, libri cartacei; Il copywriter però può scegliere di essere un co-autore e quindi di firmare l’articolo che ha redatto o inserire il proprio nome sulla copertina di un libro o ebook mentre il ghostwriter rinuncia ai diritti di autore e quindi non sarà lui a firmare l’elaborato finale. Spesso molti libri ed ebook pubblicati grazie al Self Publishing ( auto-pubblicazione di un libro senza una casa editrice , in genere su Amazon KDP), vengono scritti da Ghostwriter e firmati quindi non da lui ma dalla persona che ha commissionato e pagato l’elaborato. Il pagamento avviene anticipatamente.

Quanto guadagna un Copywriter?

Lo so che ora stai pensando al lato un po’ più pratico: ma quanto si guadagna facendo il coprywriter/ghostwriter? Ovviamente dipende dalla mole del lavoro e dal grado di tecnicità richiesto. Si parte sempre dal presupposto che uno scrittore può trascorrere da qualche ora, fino a mesi per i lavori più consistenti, dedicandosi completamente al progetto. È uno sforzo mentale e anche in termini di tempo, pertanto non va sottovalutato nessun aspetto. Guadagnarsi da vivere svolgendo questo lavoro non è semplice, soprattutto all’inizio, quando dovrai farti strada in un modo molto competitivo, ma se ami le sfide, è la strada giusta per te. E preparati, molti cercheranno di scoraggiarti con le classiche frasi del tipo: ma perché scrivi se poi neanche vedi la tua firma sul testo? Capirai che non è così, che ogni nuova commissione sarà come un nuovo viaggio da intraprendere per scoprire cose nuove, quindi non farti abbattere e continua per la tua strada.

Sei uno scrittore, un copywriter, un traduttore, un freelancer? Iscriviti a Fiverr e inizia a guadagnare. 

Sei  un blogger e hai bisogno di un professionista per la creazione di un logo? 

Hai bisogno di un ghostwriter per scrivere il tuo ebook o gli articoli del tuo sito? 

Clicca Qui e trova il professionista che fa per te. 

Cam Girl

Come diventare una Cam Girl senza farsi riconoscere

La camgirl è una figura femminile che si esibisce in show privati davanti ad un pubblico pagante. È un lavoro che sta prendendo sempre più piede, non solo all’estero ma anche in Italia, per la flessibilità ma anche per i guadagni molto elevati. Esistono diverse piattaforme sulle quali iscriversi, che garantiscono una tutela della tua privacy,  identità e sicurezza. 

La camgirl è una professione “in smart working”, ti consente di trovare un lavoro completamente adattabile a tutte le esigenze: puoi scegliere il luogo, il tempo da dedicarci e quanto guadagnare. Ma è sicuro? Sarò tutelata? Sono domande ricorrenti, e più che lecite, quindi vediamo insieme di capirne un po’ di più su questo mondo.

I requisiti per diventare una camgirl sono pochi e semplici: l’essere maggiorenne e avere un pc con una webcam e una buona connessione ad internet. 

La piattaforma più famosa italiana vanta  circa più di 30 mila donne iscritte, anche se molte di camgirl preferiscono non confessare questa professione, in quanto socialmente non è ancora accettato. 

Infatti molte delle persone tendono a non comprendere questa scelta, per questo molte ragazze cercano degli escamotage per non farsi riconoscere e per mantenersi discrete.

 In molti casi, le camgirl preferiscono tenere celato il proprio volto nelle tipologie di sessioni pubbliche, per concedersi solo a quelle private, dove i livelli di privacy sono più elevati. Spesso si tende a svelarsi solo nel momento in cui anche l’interlocutore fa lo stesso, in modo da creare un rapporto paritario.

Gli accorgimenti per camuffarsi nel mondo delle chat erotiche, possono essere diversi, come, ad esempio, 

  • non mostrare il viso. Per farlo basta eliminare dall’inquadratura il volto, limitarla dalla bocca in giù, o schermare gli occhi con degli occhiali colorati o un trucco particolare . 
  • Altro espediente molto utilizzato è quello delle mascherine e delle parrucche. Ovviamente i siti d’iscrizione garantiscono una tutela della privacy della persona e dei suoi dati, ma questi accorgimenti servono a non minare la propria identità, oltre che a creare un effetto eccitante su chi sta dall’altra parte del video.
  •  Altro trucco: la connessione VPN, Virtual Provate Network. Questo tipo di connessione consente di creare una rete privata virtuale, per garantire privacy e anonimato. È essenzialmente una rete protetta che consente di esplorare e scambiare dati online senza restrizioni e in completa sicurezza.
quanto guadagna una cam girl
Cam Girl

Quanto guadagna una CamGirl su RIV

Quanto si guadagna su Ragazze in Vendita (RIV)?

 Su Riv, puoi gestire tu stessa quanto guadagnare; in genere lavorando part time, cioè poche ore al giorno si riesce a guadagnare circa 800- 1000 euro al mese, mentre lavorando full time si riescono a guadagnare anche 20002500 al mese e oltre. 

Su Riv si guadagna in diversi modi : video chat, spy cam, mance, regali. Si guadagnano crediti che poi verranno convertiti in moneta. 

quanto guadagna una cam girl

Nella dashboard, nel tuo profilo personale, potrai impostare il prezzo per ogni secondo che trascorrerai nella chat privata. 

Ti spiego: su RIV vi sono due tipologie di VIDEOCHAT:

  • Chat Pubblica (è una chat di conoscenza, dove fai amicizia con gli utenti e le altre cam girl. Qui ci si fa conoscere e si interagisce gratuitamente)
  • Chat Privata “ PVT ”( si tratta di una stanza virtuale dove si guadagna per ogni secondo che che trascorri “in privato” con l utente).

Ad es se tu imposti 20 crediti ( 2 euro) di guadagno al minuto, quando un utente ti chiama in privato, dal momento in cui tu accetti la videochiamata, inizierà il conteggio dei secondi passati con il relativo guadagno. Se trascorri 10 minuti in videochat privata, guadagnerai 2 euro x 10 minuti ═  20 euro diviso il 50% di trattenute, quindi 10 euro ogni 10 minuti. Quindi se tu lavori 3 ore al giorno, guadagnerai 180 euro al giorno soltanto lavorando in videochat privata.

Percentuale di guadagno su Riv

quanto guadagna una cam girl?

Comunque più sarai collegata, più inserirai materiale nuovo nella tua pagina personale e più avrai possibilità di guadagnare. Infatti dalla tua dashboard potrai mettere in vendita e quindi scegliere il prezzo per ogni foto, contatto, video privato, indumento intimo, racconto erotico. In alto a destra, nel tuo profilo personale,  vi saranno le statistiche e il guadagno di ogni prodotto che sarà stato venduto.

La soglia minima per effettuare il prelievo è di 300 € . Non è molto se in media il guadagno giornaliero è di circa 80 euro.

Al momento della richiesta di pagamento, dovrai convertire i crediti in euro, inserire l iban e aspettare al massimo 15 giorni per ricevere il bonifico con dicitura “ bonifico estero” , quindi totalmente anonimo..

Per diventare una camgirl su RIV devi semplicemente iscriverti gratuitamente al sito ( clicca qui) e compilare il modulo di iscrizione.

come diventare influencer

Professione Influencer e micro-influencer

Professione Influencer e micro-influencer

La parola Influencer è sempre più popolare, anche se non tutti sanno che si tratta di una vera e propria professione che rientra nella più generale categoria del Marketing.

Cosa si intende per professione influencer

Per professione Influencer si intendono persone che hanno relazioni sociali molto attive soprattutto sui social networks. La loro notorietà permette alle aziende di stabilire delle collaborazioni di lavoro basate sulla capacità di influenzare le scelte per gli acquisti da parte dei cosiddetti followers.

Un Influencer è solitamente una persona ritenuta di riferimento in una nicchia o un settore specifico. In particolare si occupa attivamente di intrattenere un pubblico attraverso la pubblicazione di diversi contenuti. Più si è in grado di stabilire un “engagment” ovvero un coinvolgimento più si diventa autorevoli.

Sebbene possa sembrare una professione facile, non lo è. Un vero influencer deve possedere determinate caratteristiche. Alcuni aspetti della personalità sono di vitale importanza, come il carisma e le capacità di persuasione e di coinvolgimento. Solo queste però non sono sufficienti, bisogna avere delle competenze nel settore per essere un Influencer di successo.

come diventare influencer

Quanti tipi di Influencer esistono

Possiamo distinguere la professione di influencer in diverse tipologie, più comunemente vengono fatte distinzioni per argomentazione, numero di followers e contenuto. Sebbene per ogni argomento ci possono essere influencers, i più comuni sono:

  • Moda (chi non conosce Chiara Ferragni!)
  • Bellezza (come Clio Make Up)
  • Cibo (un esempio può essere Chiara Maci)
  • Scommesse
  • Viaggi
  • Benessere
  • Sport
  • Design
  • Lifestyle

Se invece si vuole prendere in considerazione il pubblico (Followers), in quel caso vi sono i Macro-Influencers e Micro-Influencers.

La vera differenza la fanno i numeri, al primo gruppo fanno parte gli influencers con almeno 40 000 followers. Sono due le categorie di persone che raggiungono questi livelli. Possono essere dei personaggi famosi che però non hanno raggiunto la massima popolarità attraverso i canali tradizionali, oppure soggetti che hanno delle altissime competenze in un settore.

I micro-influencers sono invece persone che hanno raggiunto la notorietà grazie al proprio sapere. Solitamente il numero di followers si aggira tra i 1000 e 40 000. La loro forza sta soprattutto nella capacità di coinvolgere ed intrattenere in maniera constante e regolare.

Infine, ma non per questo meno importante, la professione influencer si distingue per tipologia di contenuto. Infatti, vi sono diversi “canali” usati per crearsi un pubblico:

  • Blog
  • Youtube
  • Social Media (Instagram – Facebook – TikTok)
  • Podcasting

Chi è un Influencer?

Un Influencer può essere paragonato ad un opinion leader, ovvero un esperto come un giornalista, un accademico o un consulente professionale. La differenza tra queste figure e un influencer è il modo in cui si raggiunge la popolarità. Quest’ ultimo, infatti, si serve esclusivamente del web per esprimere le sue conoscenze o guadagnare autorevolezza. Quest’ultima è l’aspetto più importante per questa professione, perché su essa si basano i reali guadagni.

L’influencer è una vera e propria professione. Dietro ogni foto, post, articolo o contenuto pubblicato c’è tanto lavoro, a partire dalla strategia di marketing scelta, l’elaborazione e la creazione del contenuto, la pubblicazione e, infine, l’analisi del coinvolgimento da parte dei followers.

 

guadagnare online

Su NoiDonneDigitali ti darò delle indicazioni su come ottenere la libertà finanziaria lavorando online, metodi di guadagno testati e opportunità lavorative. 

Contattami 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

Eventuali esempi di guadagni e profitti ottenuti sono solo stime di ciò che si potrebbe guadagnare ma non costituiscono in alcun modo alcuna nessuna proiezione di guadagni, promesse, suggerimenti, rappresentazioni. Noidonneweb non dà alcuna garanzia sul livello di risultati e non ha alcuna responsabilità per qualsiasi azione conseguente al vostro utilizzo delle informazioni qui fornite.

2020 Copyright ©  DonneWeb. VIETATA LA RIPRODUZIONE

come diventare travel blogger

Travel Blogger, viaggiare e guadagnare online

Travel Blogger, viaggiare e guadagnare online

La professione di travel blogger è legata al mondo del turismo e dei viaggi. 

Cosa significa e chi sono i Travel blogger, quanto guadagnano e come diventare un travel blogger? 

Queste sono le domande più frequenti sulle quali far luce!

Chi sono i Travel Blogger?

Il travel blogger, o più in generale il blogger, è una persona che si occupa della creazione di contenuto per un Blog in maniera regolare e continuativa. Nel settore Travel, ovvero viaggi, il blog è un insieme di articoli che hanno come oggetto i viaggi con un approccio in gergo definito “storytelling”. Gli argomenti toccati sono quelli legati alla cucina del posto, la cultura e le tradizioni, oltre ai consigli sugli hotel.

come diventare travel blogger

Gli Argomenti del post

Come diventare Travel Blogger: Chi sono i migliori

Per diventare un travel blogger bisogna avere oltre a tutte le caratteristiche elencate anche un minimo di investimento economico.

Per muovere i primi passi in questo campo, oltre al proprio tempo è necessario investire nell’acquisto di un “dominio” e un “Web Hosting”. Molti siti web offrono la possibilità di poter aprire un blog gratis, ma se si ha intenzione di fare il blogger come mestiere è sconsigliato. Il motivo è semplice, il contenuto pubblicato resta di proprietà del sito principale e in caso di chiusura si perde tutto il contenuto.

Una volta impostato il blog bisogna passare al contenuto! Molti travel blogger professionali concordano nel sottolineare che per un blog il contenuto è tutto. L’autenticità quanto l’originalità è la chiave per il successo. A tutto questo va aggiunta la periodicità con la quale si aggiornano i lettori, perché bisogna coinvolgerli in modo da suscitare un interesse tale da essere “seguiti” nel tempo e nelle diverse piattaforme.

Il successo di tutte queste parti può portare a guadagnare attraverso un blog di viaggi. In Italia sono diversi i travel blogger bravissimi e famosi, come:

  • Manuel Santoro con il blog I Viaggi di Manuel
  • Andrea Petroni con il blog Vologratis
  • Elisa Paterlini e Luca Golinelli con il blog Mi Prendo E Mi Porto Via
  • Sara Izzi con il blog The Lost Avocado
  • Fabio e Giulia con il blog Bambini con la Valigia

 Come e Quanto si guadagna come Travel Blogger?

Per poter monetizzare con la professione travel blogger bisogna avere prima di tutto un blog di successo e un numero discreto di followers.

Per essere dei professionisti bisogna avere delle conoscenze di base come la grammatica e l’abilità di scrivere dei testi interessanti per chi legge. Ma ciò non basta, è necessario avere delle conoscenze nel campo dell’online marketing, soprattutto nel cosiddetto content marketing, abilità fotografiche, una forte motivazione e una dose enorme di passione! La maggior parte dei blogger hanno anche delle conoscenze, almeno di base, del linguaggio HTML oltre a quelle SEO.

I modi più comuni sono attraverso le affiliazioni, i banner pubblicitari e le collaborazioni con enti del turismo.

Spesso però queste fonti di guadagno abbassano la qualità dei contenuti, per questo molti blogger evitano queste forme di guadagno. Più spesso, invece, la più importante fonte di guadagno per un travel blogger è data dai lavori di copywriting per altri siti web o per riviste cartacee.

 

guadagnare online

Su NoiDonneDigitali ti darò delle indicazioni su come ottenere la libertà finanziaria lavorando online, metodi di guadagno testati e opportunità lavorative. 

Contattami 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

Eventuali esempi di guadagni e profitti ottenuti sono solo stime di ciò che si potrebbe guadagnare ma non costituiscono in alcun modo alcuna nessuna proiezione di guadagni, promesse, suggerimenti, rappresentazioni. Noidonneweb non dà alcuna garanzia sul livello di risultati e non ha alcuna responsabilità per qualsiasi azione conseguente al vostro utilizzo delle informazioni qui fornite.

2020 Copyright ©  DonneWeb. VIETATA LA RIPRODUZIONE

come si diventa influencer

Come si diventa influencer: una guida pratica

Come si diventa influencer: una guida pratica

Sempre più persone oggi usano i Social Network per promuovere sé stessi e fare pubblicità alla propria immagine riuscendo anche ad ottenere guadagni ingenti. Instagram ha dato l’opportunità a tutti di mettersi in gioco e di sviluppare la propria passione al punto tale da farne un lavoro retribuito.

All’apparenza può sembrare semplice, ma diventare influencer non è una cosa da poco. 

Oltre a delle skill di tipo tecnico richiede anche delle doti caratteriali di tipo particolari. Serve infatti una buona dedizione e perseveranza, tanta pazienza e un pizzico di originalità.

Questa guida pratica nasce dall’esigenza di molte ragazze, o ragazzi, di iniziare a lavorare da casa e di poter esprimere e condividere le loro passioni. Si diventa influencer quando si è molto esperti del proprio settore e si ha voglia di condividere idee e opinioni, inoltre è importante saper individuare uno stile narrativo e usare bene lo storytelling.

 Le informazioni che troverai qui ti aiuteranno a diventare influencer partendo da zero e raggiungere un successo assicurato.

 Scommettiamo?

come si diventa influencer

Quanto guadagna un influencer

Gli influencer non sono tutti uguali, si può fare la distinzione in micro e macro influencer a seconda dei follower che possiede. Il guadagno di un influencer di livello alto è a volte incalcolabile: questo guadagno si protrae spesso nel tempo, perché si trasforma anche in reddito passivo. Ad esempio, se decidi di fare una affiliazione con un noto brand e pubblicizzare i loro prodotti, potresti ottenere un codice sconto che i tuoi follower utilizzeranno. Ad ogni loro acquisto tu avrai una percentuale concordata e potrai guadagnare anche molto dopo aver fatto il tuo post o storia sponsorizzata.

Considera che un influencer piccolo con fino a 100mila follower può guadagnare da 0 a 500 euro, chi supera un milione di seguaci anche 2.500 euro. Vediamo adesso quali sono le tecniche da usare e come si diventa influencer in 10 step.

Professione influencer in 10 passi 

  • Scegli una nicchia. Questo primo passaggio è importantissimo, qui dovrai infatti scegliere un argomento di cui tratterai. Pensa di dover rispondere a queste particolari:
  • Sei abbastanza esperto di questo argomento?
  • Potresti parlare di questo stesso argomento da qui a 10 anni?
  • C’è un pubblico davvero interessato al tuo argomento?
  • Ne sei davvero appassionato?

Può sembrare un passaggio facile, ma non lo è. Dovrai concentrarti su questo specifico settore e aggiornarti costantemente, stare sempre al passo e sapere ogni cosa in anticipo. Se ad esempio dovessi scegliere la cosmetica, dovresti poi concentrarti su un certo tipo di cosmetica, come la low cost, oppure quella naturale e bio; insomma, trovando una nicchia di persone specifiche che si affideranno a te per conoscere i segreti del tuo argomento, sarai la loro guru e dovrai saperli guidare.

  • Fai di te un brand. Dovrai essere riconoscibile tra i tanti. Quello degli influencer è un mondo spietato, sia che si tratti di Instagram o TikTok, c’è un mare magnum di persone che fanno di tutto per farsi notare. Per questo motivo, come marchio, avrai bisogno di essere unico, riconoscibile, inimitabile, e questo comporta essere disposto a confrontarti con la comunità e parlare con le persone, per renderti indimenticabile. Il web è fatto di persone e di presenza, non è qualcosa che va da solo, la costanza è sicuramente una cosa che ripaga.
  • Cura i tuoi contenuti. Quello che comunichi deve essere utile per i tuoi fan, deve poter rispondere a una loro esigenza, domanda, gusto; se incontri tanti di questi aspetti, sei già a buon punto. Ma il contenuto va curato nei minimi dettagli, anche quelli grafici. Se le persone leggendo i tuoi post li trovano utili e interessanti, significa che ti danno autorevolezza e la tua pagina acquisirà con il tempo molti follower che riconoscono nel tuo lavoro la professionalità e l’efficienza.
  • Usa i tag giusti. Molti tendono a usarne tanti, forse troppi, per avere più chances di risultare interessanti ed essere seguiti. Ebbene, è molto più importante usare dei tag corretti e coerenti con il tuo contenuto piuttosto che usarne tanti che non si addicono al tuo discorso. Il tuo post perde di valore e non cattura l’attenzione del pubblico giusto. Usa degli strumenti che ti consentano di sapere esattamente cosa cerca il tuo target, rivolgiti direttamente a loro e non fallirai.
  • Sii perseverante. È la dote che conta di più quando si parla di marketing. In questo settore è tutto un gioco di test, di prove, di verifiche e di raccolta dei dati. Se vedi che una strategia non funziona, passa ad altro, ma non arrenderti. A volte è necessario del tempo per iniziare a crescere e ottenere risultati. Imposta un piano editoriale e rispettalo, sii costante.
  • Comunica con l’immagine. Le foto sono molto importanti, potrai anche scattarne tante e poi scegliere quella più comunicativa e attinente al tuo proposito. Un’immagine, ricorda, parla più di mille parole.
  • Resta sempre te stessa. Ciò che ti rende unica rispetto agli altri è la tua personalità. Non dimenticare mai di restare con i piedi per terra e del fatto che interagisci con persone che vogliono parlare con persone vere e non con caricature. La tua personalità, in ogni caso, uscirà fuori inevitabilmente, tanto vale essere coerenti con se stessi dall’inizio.
  • Usa lo storytelling. L’obiettivo principale è quello di suscitare emozioni raccontando storie, raccontando te stessa, chi sei e quanto il tuo argomento ti appassiona. Mettiti in gioco e esprimiti senza vergogna postando frequentemente storie in cui fai vivere le tue esperienze, parli delle tue emozioni per coinvolgere quante più persone possibile.
  • Continua a formarti. Se sei un vero esperto dell’argomento ma non ti intendi di comunicazione, fai un corso, cerca spunti e migliorati. Se invece l’argomento ti interessa prova ad accrescere l’interesse e a portarlo a livelli superiori, magari specializzandoti sempre di più.
  • La chiave è la presenza. Essere presenti significa non solo postare di frequente ma anche essere sempre il primo a sapere le ultime novità, oppure ad anticiparle. Studia bene il tuo settore, la direzione in cui sta andando e come si evolverà, e sarai pronto a cogliere le occasioni future.
guadagnare online

Su NoiDonneDigitali ti darò delle indicazioni su come ottenere la libertà finanziaria lavorando online, metodi di guadagno testati e opportunità lavorative. 

Contattami 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001.

Eventuali esempi di guadagni e profitti ottenuti sono solo stime di ciò che si potrebbe guadagnare ma non costituiscono in alcun modo alcuna nessuna proiezione di guadagni, promesse, suggerimenti, rappresentazioni. Noidonneweb non dà alcuna garanzia sul livello di risultati e non ha alcuna responsabilità per qualsiasi azione conseguente al vostro utilizzo delle informazioni qui fornite.

2020 Copyright ©  DonneWeb. VIETATA LA RIPRODUZIONE

come fare la cam girl

Essere una cam girl: gli strumenti necessari

come fare la cam girl

Argomenti Articolo

Cosa serve per essere una Cam Girl?

Lavorare da casa offre indubbiamente molti vantaggi. Tra questi, c’è la maggiore flessibilità oraria nonché il risparmio di tempo e di denaro, quello necessario per recarsi in ufficio. Lo smart working è davvero l’ultima frontiera del lavoro, per questo è una scelta che va sicuramente presa in considerazione se si vuole avere un reddito fisso nel pieno delle comodità di casa.

Lo smart working ha però anche i suoi svantaggi, ossia una grande responsabilità. Per lavorare autonomamente è necessario infatti avere a disposizione gli strumenti necessari per poter svolgere il proprio lavoro in sicurezza. Se il tuo lavoro è fare la cam girl o se ti stai approcciando adesso a questa nuova professione, dovrai essere super preparata su ciò che ti serve e fare in modo di rendere gli strumenti che usi siano sicuri e che ti garantiscano una totale privacy.

Questa guida è dedicata alle cam girl in smart working che vogliono svolgere la loro professione in maniera ottimale e ottenendo il massimo dalle loro performance, comodamente da casa e in totale sicurezza e privacy.

La webcam ideale per una cam girl

È di vitale importanza che i tuoi lavori siano di buona qualità, e questo non dipende solo da quanto sarai brava o bella ma anche dalla risoluzione del filmato. Un buon video sarà in grado di catturare più persone e ti permetterà di avere successo.

Scegli una webcam che sia almeno FULLHD 1080p e non scendere mai sotto i 720p per avere dei video accettabili. Una webcam con una buona lente ti permette di allargare l’angolo di visione, di regolarla tramite lo zoom o di ruotare il dispositivo in orizzontale. Assicurati che la webcam che sceglierai abbia la messa a fuoco automatica e con uno o più microfoni integrati. Molte webcam in circolazione hanno anche la luce integrata per consentire una migliore resa con una luce bassa.

L’importanza della luce giusta per una cam girl

Tra tutti gli strumenti tecnici di cui una cam girl ha bisogno, la luce è il più importante perché oltre a rendere migliore la qualità del video, ha il compito di creare l’atmosfera che desideri. Scegli una stanza con una buona illuminazione naturale, magari con una finestra. Se questo non è possibile, avrai bisogno di attrezzatura di illuminazione. Ma dove posizionarle?

Per avere una luce ideale, dovresti posizionare 3 luci in punti diversi intorno e dietro di te. Solitamente si tratta di luci montate su treppiede con ombrello riflettente che convoglia la luce sul tuo corpo e che sono acquistabili anche su Amazon. Punta sempre su luci calde e rilassanti, che possano attrarre lo spettatore. In ogni caso ti conviene fare dei test prima di andare online e vedere la resa del video per poter migliorare sempre di più e guadagnare follower.

fare la camgirl

Parola d’ordine: sicurezza

Per una cam girl è importante sapere di aver preso tutte le precauzioni prima di postare i video. Ad esempio, è indispensabile avere una buona rete VPN. La VPN è una rete privata e virtuale che garantisce privacy e anonimato online La VPN ti consente di mascherare il tuo indirizzo IP e ti rende non rintracciabile.

Sicuramente, ciò non è un motivo di limitazione e non dovrebbe succedere nulla, ma è meglio premunirsi e fare in modo che tutto sia sicuro al 100%. Se usi la webcam del tuo PC, quando non ti stai riprendendo è meglio oscurarla con un adesivo o qualcosa che comunque non la comprometta.

Per alcune cam girl è importante mantenere l’anonimato e molte di loro fanno uso di una maschera per coprire il volto, oppure non lo mostrano affatto. La maschera per molti potrebbe essere anche un espediente sexy e provocante, che induce al gioco e alla seduzione.

cam girl privacy

I sex toys e la lingerie

Questi accessori sono completamente a scelta creativa, dipendono infatti dalla storia che vuoi raccontare, da cosa vuoi trasmettere e l’intensità di performance. La lingerie è un must di erotismo che sicuramente non può mancare e questi dettagli sexy potrai trovarli in molti negozi di intimo. Scegli qualcosa che faccia risaltare le tue forme e i tuoi pregi e soprattutto con il quale ti senti a tuo agio.

I sex toys sono un’altra variante a tua scelta. Prova quelli che ti donano piacere più degli altri, puoi optare per qualcosa che non si vede, come gli ovetti vibranti o quelli monitorati a distanza, oppure per i plug anali che sono anche molto carini da vedere perché impreziositi. Assicurati che siano in silicone chirurgico e mantieni sempre l’ambiente pulito.