Guadagnare Online Vendere Online

Etsy. Cos’è e come funziona il marketplace per l’handmade

Etsy cos’è : 

Etsy è nato nel 2005 dall’idea di un giovane ragazzo di 24 anni appassionato di pittura e fotografia che amava costruire i suoi mobili da solo.

Il suo obiettivo era quello di vendere le opere realizzate online. Il nome può sembrare strano e in effetti deriva dal latino “etsì” che significa “e se..” ed è stato voluto per sottolineare l’importanza dell’immaginazione e delle possibilità che tutti possono avere.

Prima ancora di una piattaforma dedicata al profitto, Etsy nasce quindi come un luogo dove socializzare, aggregarsi, e raccoglie praticamente la maggior parte degli artigiani del web. 

Ancora oggi, Etsy rappresenta un punto di riferimento per l’homemade e handmade ( oggetti artigianali fatti a mano), per gli artigiani e gli hobbisti di tutto il mondo. La sua rete si è espansa sempre di più e si è arricchita di professionisti. 

Non occorre essere dei grandi artisti per vendere le proprie opere online, l’importante è realizzare qualcosa che qualcuno abbia interesse a comprare proprio per la sua unicità.

 Inoltre, Etsy dà a tutti la possibilità di pubblicizzarsi e di fornire un buon servizio clienti, posizionandosi meglio nelle ricerche. Vediamo quindi come funziona la piattaforma Etsy e come iniziare a guadagnare dalla propria arte.

Come iniziare a vendere su Etsy

In questo market place è possibile aprire il proprio negozio vero e proprio, oppure iscriversi semplicemente per acquistare. In entrambi i casi, la procedura di registrazione è molto semplice e il funzionamento del sito molto user friendly. 

Per iscriversi basta collegarsi al sito e decidere di registrarsi magari tramite Google o tramite Facebook oppure semplicemente fornendo un indirizzo e-mail e una password. Sarà quindi poi necessario confermare la creazione dell’account direttamente all’indirizzo segnalato. 

Etsy si impegna a mantenere la procedura di creazione del negozio molto semplice proprio perché desidera che acquirenti e venditori si trovino a loro agio nell’esperienza sulla piattaforma.

Per iniziare a vendere su Etsy basta cliccare sul pulsante in alto a destra, si aprirà un menù a tendina con la voce “vendere su Etsy”

Per soli 0,20 USD è possibile creare il primo annuncio. La tariffa a inserzione è quindi corrispondente a 0,16 euro e cambia in base alla fluttuazione della valuta. Ogni inserzione resta attiva per quattro mesi o fino alla vendita. Inoltre, l’altra spesa da considerare è la commissione di transazione che equivale al 5% e il 4% più 0,30 euro per la commissione di gestione pagamento. Si tratta di commissioni standard e molto basse vista comunque la vetrina che un sito come Etsy offre. 

Inoltre, dà anche la possibilità di avere della pubblicità offsite e di pagare solo una tariffa generata dalle vendite avvenute in questo modo. La piattaforma è protetta e molto sicura per effettuare i pagamenti in totale serenità. Per iniziare a vendere verranno richiesti inoltre carta di credito, l’indirizzo di fatturazione e per chi ne è in possesso, di partita iva.

Come avere successo con Etsy

Questo marketplace è l’ideale perché offre la possibilità di gestire il proprio negozio ovunque, anche tramite app e gestire i pagamenti come si desidera. 

Inoltre, consente di accedere alle statistiche relative al traffico sul negozio, per comprendere meglio i comportamenti degli utenti e i loro movimenti. 

Per ottenere il successo sperato è necessario farsi un po’ di pubblicità sui social, ed Etsy permette di condividere ovunque le proprie inserzioni nonché di pagare direttamente delle Etsy Ads.

Si può scegliere di aprire un negozio in maniera completamente gratuita oppure di acquistare il pacchetto plus che con soli 8,20 euro permette di raggiungere molti potenziali clienti. 

Ad esempio, con il pacchetto plus i clienti possono essere aggiornati con delle notifiche ogni volta che verrà pubblicato un nuovo annuncio e ottenere delle inserzioni bonus.

Un punto a favore del negozio su Etsy sono le recensioni. Queste vengono lasciate spontaneamente dai clienti che vengono trattati meglio, che ottengono risposte tempestive, che acquistano prodotti validi e corrispondenti alla descrizione.

Leggi anche Amazon Handmade: come funziona, partita iva, guadagni

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *